Biografia

DSC04906Giulia Giovani è dottore di ricerca in Storia, scienza e tecnica della musica (Università di Roma ‘Tor Vergata’, 2012); è stata borsista del Centro Vittore Branca della Fondazione ‘Giorgio Cini’ di Venezia (maggio-agosto 2012) presso cui ha condotto una ricerca sulle cantate e le serenate di Antonio Vivaldi. È stata borsista del Deutsches Historische Institut di Roma (gennaio-agosto 2014) conducendo una indagine sulla collezione di cantate di Giuseppe Sigismondo (Biblioteca del Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli). Ha fatto parte dell’equipe di ricerca del progetto ‘Printed Sacred Music‘ dell’Université de Fribourg, del RISM-Svizzera e della Fondazione ‘Giorgio Cini’. È stata docente in ‘Musicologia applicata’ presso l’Università degli Studi di Teramo (facoltà di Scienze della Comunicazione) per l’A.A. 2011/2012; è cultore della materia presso l’Università di Roma ‘Tor Vergata’.

È attualmente impegnata nel progetto della Società Italiana di Musicologia ‘Clori. Archivio della Cantata Italiana‘, del quale è coordinatore dei collaboratori. Dall’ottobre 2012 è membro del Collegio dei Sindaci della Società Italiana di Musicologia. Dal 2014 è membro della Società Italiana di Studi sul Secolo XVIII.

Vincitrice del secondo concorso internazionale di musicologia intitolato a Francesco Maria Ruspoli (2010) e del premio speciale della giuria del concorso Severino Boezio-Rotary International (2011), è specializzata in musica vocale italiana del Seicento e del Settecento e ha condotto prevalentemente ricerche sulla cantata da camera, sull’editoria musicale e sul collezionismo.

Ha partecipato a convegni internazionali (Salzburg 2014, Pisa 2014, Venezia 2014, Basel 2014, Harvard 2013, Bologna 2013 e 2011, Treviglio 2013, Reggio Calabria 2012 e 2008, Long Island 2012, Fribourg 2010, Roma 2009, Bergamo 2008, Leeds 2008, Pesaro 2005) e ha pubblicato contributi sulla musica composta per gli ambasciatori a Venezia (Music & Diplomacy, 2014), sul viaggio musicale di Ferdinando de’ Medici a Venezia (Firenze e la musica, 2014), su un manoscritto di cantate scarlattiane (La cantata da camera e lo stile galante, 2015), sulle edizioni romane di cantate di Francesco Gasparini e Bernardo Gaffi («Fonti Musicali Italiane», 2009), sul primo libro delle Cantade et arie di Alessandro Grandi («Studi Musicali», 2010), sulle cantate di Giovan Battista Pergolesi e Cataldo Amodei (Nicola Porpora musicista europeo, 2011), sull’opera prima di Giacomo Antonio Perti («Rivista Italiana di Musicologia», 2012), sulle cantate di Antonio Vivaldi («Studi Vivaldiani», 2012), su un manoscritto sconosciuto di cantate di Alessandro Stradella («Studi Musicali», 2013, 2014). Ha collaborato alla stesura di numerose voci per Das Händel-Lexikon (2011), per il Dizionario degli editori musicali italiani (in corso di pubblicazione), per il Dizionario biografico degli italiani (2013). Ha realizzato l’edizione critica di due cantate di Giacomo Antonio Perti (SEdM, 2013), di Maurizio Cazzati (SEdM, 2014) e di sei cantate di Alessandro Stradella (Bärenreiter, in corso di pubblicazione). Nel 2014 ha collaborato con la Schola Cantorum Basiliensis e con la Fondazione ‘Giorgio Cini’ di Venezia per la prima esecuzione in tempi moderni delle sei cantate da lei ritrovate di Alessandro Stradella, dirette dal Maestro René Jacobs.

Come membro del comitato scientifico di “Stile Galante” ha partecipato all’organizzazione del convegno La cantata da camera e lo stile galante. Sviluppi e diffusione della “nuova musica” tra il 1720 e il 1760 (Treviglio, BG, gennaio 2013), del quale sta curando gli atti assieme a Stefano Aresi. È membro del comitato scientifico del convegno Luigi marchesi (1754-1829) “Ocean of Sopranos”: career of a castrato singer (Bergamo 2015).

È socio fondatore dell’Associazione Centro Culturale Presidios con sede in Monte Argentario (GR), di cui è stata presidente per tre anni organizzando conferenze (Ricordando gli ultimi tempi di Caravaggio, Prof. V. Pacelli, 2010) e la manifestazione Culturæ in Forte (2009, 2010).